Rapporto 2019

Assicurati attivi: 2’803
Pensionati: 1’549
Somma di bilancio: 778.2 mio
Grado di copertura: 97.5%

La sintesi

Nel 2019, la Cassa Pensioni di Lugano (di seguito CPdL), grazie alla riorganizzazione interna iniziata nel 2016, ha raggiunto una struttura che migliora l’autonomia dei singoli dipendenti generando un contributo ottimale per il conseguimento degli obiettivi fissati dal Consiglio Direttivo. Sempre nello stesso anno, sono state realizzate o è stata avviata la realizzazione di molte delle misure previste dal piano strategico varato dal Consiglio Direttivo nel 2018. In questo ambito, gli investimenti pianificati consentiranno il continuo miglioramento dell’efficienza operativa, la maggiore fruibilità dei servizi della CPdL da parte dell’assicurato e il perfezionamento della protezione dei dati sensibili. Nell’attuazione del piano strategico, il Consiglio Direttivo ha anche posto stringenti priorità nella realizzazione di misure di controllo dei rischi. In particolare, grazie ad una rendicontazione periodica, la CPdL è ora in grado di simulare le variazioni del budget di rischio richieste per il mantenimento del grado di copertura al di sopra di quello previsto dal piano di rifinanziamento. Questo strumento di controllo, assieme al budget previsionale introdotto nel 2019 per il 2020, fornisce alla CPdL un utile strumento per l’implementazione del nuovo piano previdenziale e delle relative misure di finanziamento previste per il 2021. Un obiettivo ambizioso che, in concreto, mira a mantenere nel tempo l’attrattività dell’offerta previdenziale della CPdL e la sostenibilità finanziaria delle rendite promesse nel lungo periodo. Notevoli miglioramenti sono stati fatti anche nell’ambito della riorganizzazione dei processi, volta sia a migliorarne l’efficienza, sia a ridurne i costi. In questo ambito, si registra già nel 2019, così come era avvenuto nel 2018, un risparmio del 10% delle spese amministrative. Nel suo complesso, il rendimento del portafoglio globale, composto per il 61% da attivi finanziari e liquidità e per il 39% da immobili, per l’esercizio 2019 si attesta al 9.16% che fa segnare un incremento degli attivi di CHF 61.3 milioni. Il grado di copertura, tenuto conto anche della remunerazione dell’avere di vecchiaia del 2%, si è attestato a 97.5% facendo segnare un incremento di 4.7 punti percentuali rispetto a quello alla chiusura dell’esercizio 2018. Durante la stesura del presente rapporto di gestione, è in corso la diffusione della pandemia COVID-19, le cui conseguenze per la società, per l’economia e in particolare per il sistema previdenziale si preannunciano rilevanti. La CPdL ha implementato tutti i provvedimenti per garantire la continuità dei servizi principali. I risultati relativi all’andamento del portafoglio globale durante il primo trimestre 2020 indicano che l’avvenuto recupero delle perdite registrate nel 2018 potrebbe essere rimesso in discussione.

RAPPORTO_2019_online.pdf

Scarica
5MB